La fontana, quando serve saperlo

Quando sei in bici, specie nella stagione calda, può essere utile sapere dove fare "rifornimento".

Il carburante del ciclista è l'acqua e l'importanza del bere non è mai abbastanza sottolineata.
Bere ed ancora Bere.
Durante la pedalata non aspettate lo stimolo della sete ma ricordatevi di bere a piccoli sorsi ad intervalli regolari (15-20 minuti circa).
Il livello di sali e la disidratazione sono i peggiori nemici del ciclista ed i più cadono nel tranello del non avvertire la sudorazione o la stanchezza.
Quando i sintomi si manifestano è già troppo tardi e la disidratazione porta a crisi che “tagliano” le gambe più della peggiore salita che possiate immaginare.
L’assimilazione dei liquidi dipende dalla loro temperatura e pertanto preferite acqua fresca fermandovi, quando potete, alle fontane che trovate sul percorso.
In condizioni normali, il fabbisogno idrico del nostro organismo (vale a dire quanto dovremmo ingerire), si aggira sui 2,5 litri al giorno.
Di questo fabbisogno, 350 ml vengono forniti al nostro corpo tramite ossidazione degli alimenti che mangiamo durante il normale metabolismo, i restanti 1200 ml vengono dai liquidi che beviamo.
La perdita giornaliera di acqua si ha attraverso le normali funzioni quotidiane, le urine, le feci, la sudorazione e la respirazione e per mantenere un corretto equilibrio appare ovvio che la perdita e l’assunzione devono essere uguali.
Appare quindi evidente che il dispendio in bici sia più elevato e, da qui, l’importanza di reidratarsi in funzione dell’aumento del consumo e della sudorazione.
Le cause di una carenza di recupero dei liquidi sono in genere la secchezza orale (la mitica bocca asciutta), la cefalea ed i maledettissimi e dolorosissimi crampi.
Pensate che una pedalata cicloturistica di circa 40 Km in pianura e della durata approssimativa di 2 ore comporta una perdita di circa 1 litro di liquidi che devono necessariamente essere reintrodotti durante e dopo l’attività fisica.
In concreto quindi occorre bere ed ancora bere poiché più lasciate a secco il serbatoio e più rischiate di cuocere il vostro motore.

Bere ma.. dove trovo una fontana ?


Progetto FONTANE nasce da una idea di CICLO GUIDE LUGO e si propone di creare un archivio delle fontane del nostro territorio (e non solo) in modo che tutti i ciclisti (e non) possano avere un valido aiuto per pianificare una escursione o semplicemente sapere dove poter "rabboccare" la propria borraccia !!

L'archivio è liberamente scaricabile in formato GPX o KMZ

Attualmente sono mappate 215 fontane ma il nostro lavoro continua e puoi partecipare anche tu segnalandoci quelle che vengono chiuse o altre che hai trovato nelle tue escursioni


Dalla Redazione Slow Bike Tourism 

 


Commenti